lunedì 25 agosto 2014

UN BEL SOGNO D'AMORE - Andrea Vitali

In mezzo al marasma di libri di Andrea Vitali che vengono pubblicati ogni anno, una volta ogni tanto ce n'è uno un po' più degno di nota degli altri. 
Lo stile è sempre lo stesso, ovviamente. C'è sempre Bellano, c'è sempre la vita di paese con i suoi caratteristici protagonisti e le sue trame banalissime eppure di vitale importanza per chi le vive, e ci sono sempre questi capitoli brevi, di facile lettura, che ti fanno arrivare alla fine senza quasi accorgertene.

Però, ecco, in questo Un bel sogno d'amore ho trovato anche qualcosina in più. Forse perché parla d'amore, quello di Adelaide, indecisa tra il suo storico fidanzato Alfredo Denti, che sembra abbia bisogno di più di un incoraggiamento per compiere il passo definitivo, ed Ernesto Tagliaferri, detto Il Taglia, ladruncolo di provincia che non riesce a fare a meno di mettersi nei guai. Ma anche dell'amore presunto dell'austera madre di Alfredo per quell'uomo misterioso che vede ogni giorno all'ora di pranzo.

La trama è davvero molto semplice, come lo è in tutto i romanzi di questo autore, che riesce a trovare sempre qualcosa che meriti di essere raccontato nella vita quotidiana di un piccolo paese: chiacchiere, piccoli crimini e intrighi, voci e pettegolezzi che si alimentano quasi da soli. E tu ti senti quasi parte di tutto questo, leggendo le sue storie. Soprattutto quelle ben riuscite come questa, più intensa e profonda del solito.
Certo, la scelta di focalizzare l'attenzione sulla proiezione di L'Ultimo tango a Parigi come motore dell'azione è in realtà più un trovata di marketing che non il vero fulcro del libro... ma ammetto che con me ha funzionato, perché se non avessi avuto la curiosità di sapere quali sono state le reazioni di fronte a quel film scandaloso, difficilmente avrei acquistato. E quindi alla fine non mi è nemmeno poi pesato così tanto l'essere stata platealmente fregata dalla quarta di copertina.

Insomma, un libro all'altezza del Vitali dei tempi migliori, in cui si percepisce più cura nella scrittura e meno ansia di pubblicare a tutti i costi qualunque cosa. Lo consiglio!

Titolo: Un bel sogno d'amore
Autore: Andrea Vitali
Pagine: 371
Anno di pubblicazione: 2014
Editore: Garzanti
ISBN: 978-8811687542
Prezzo di copertina: 9,90€
Acquista su Amazon:
formato brossura: Un bel sogno d'amore

12 commenti:

  1. Non ho mai letto Vitali, ma penso partirerei da questo, nel (non molto remoto) caso.
    Mi attirava, e molto, la questione Bertolucci: se capita, lo leggerò volentieri :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che quello di Ultimo tango a Parigi è proprio un piccolo espediente iniziale, proprio per attirare l'attenzione... però comunque questo romanzo merita la lettura :)

      Elimina
  2. Ciao Elisa, ho finito ieri sera di leggere la "Premiata ditta sorelle Ficcadenti" e la recensione che ho programmato sembra fatta con le tue stesse parole :-) era da anni che non leggevo un nuovo libro di Vitali ma questo appena finito mi è piaciuto! Ora leggendo le tue parole mi segno anche questo! Grazie e buon pomeriggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggerò presto anche le sorelle Ficcadenti! :)

      Elimina
  3. I invece questo autore non riesco a farmelo piacere e credo che passerò anche questo suo libro.

    RispondiElimina
  4. Ciao! Passa a trovarmi, ti cito qui in "The very ispiring blogger award" :)

    http://illibroincantatodigiorgia.blogspot.it/2014/08/the-very-ispiring-blogger-award.html

    RispondiElimina
  5. Ciao Elisa! Non ho ancora letto nulla di Vitali. Sai, ci sono quegli autori che a pelle non mi dicono nulla. So che è un errore, infatti più volte mi sono dovuta ricredere, ma non è ancora arrivato il suo momento credo, anche se, a dirla tutta, la tua recensione mi ha convinta, e credo che partirei proprio da questo romanzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Io anche ci ho messo parecchio per arrivare a questo autore...e ora, quasi senza accorgermene e criticando comunque sempre questa mania di millemila libri all'anno, mi ritrovo spesso a leggere qualcosa di suo. Quando hai voglia di un libro leggerissimo che non ti richieda alcuno sforzo mentale lui è perfetto!
      Se non hai mai letto nulla di suo ti consiglierei di partire però da Una finestra vistalago... secondo me è il più bello in assoluto!

      Elimina
    2. Ah ecco, vedi, grazie del consiglio allora. Lo segno. Mi piace molto leggere autori italiani, ogni tanto leggo qualche libro in lingua originale, ma non ho una padronanza tale da "sboroneggiare" troppo, quindi capita ogni tanto e con libri non troppo impegnativi. A presto

      Elimina
  6. Anche io ho letto questo romanzo qualche mese fa, e non mi è dispiaciuto, semplice e molto "quotidiano"..Ora ho in casa quello sulle sorelle Ficcadenti e conto di leggerlo nelle prossime settimane!

    RispondiElimina