Gli Imperdibili

Gli impedibili sono i libri della mia vita. Quelli che ho incontrato e che, nonostante il tempo che passa e nonostante le mille mila nuove letture, non ho più abbandonato. Sono quei libri che ti entrano in testa, in pancia, nel cuore e da lì non li schiodi più.

© Stanford Kay
Ovviamente sono imperdibili del tutto personali, che possono essere legati a momenti precisi della mia vita che me ne hanno fatto cambiare la percezione. Possono quindi essere anche dei libri non famosi o leggerissimi.
Insomma, sono quei libri che  io dovevo proprio leggere:

16 commenti:

  1. É difficile incontrare qualcuno che abbia letto Cecitá. Saramago è un autore particolare ma una volta che ci si abitua al suo stile è comprensione totale. Comunque segnali letture molto interessanti!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Cecità" è un libro incredibile! Concordo sulla descrizione di Saramago, ci va un po' di tempo per abituarsi al suo modo di scrivere... ma appena ci si riesce si scopre un mondo!

      Elimina
    2. Ce l'ho da tempo immemore ma non l'ho ancora aperto!! Quando finisco La viera delle vanità mi sa proprio che toccherà a lui :P

      Elimina
    3. esagerata, Cammy :)! Almeno in Italia, Saramago è un autore molto letto. Soprattutto Cecità ha un discreto seguito.
      Ciao Elisa, ho gusti letterari un po' diversi dai tuoi, ma compi un ottimo lavoro con questo blog. Complimenti vivissimi!
      Donatella

      Elimina
    4. Ciao Donatella! Grazie mille! :)
      Sì, anche a me sembra che per fortuna in Italia Saramago sia molto letto... io almeno ho prestato Cecità a chiunque mi capitasse a tiro :P

      Elimina
  2. Ciao io ho letto alcuni dei libri citati e mi ha colpito leggere Marco Missiroli Il senso dell elefante, molto bravo ....io ci aggiungerei un libro IL RAGAZZO GIUSTO. di WIKRAM SETH é un tomo notevole ma dento trovi tanto...e se poi ti affascina l‘India é molto interessante da tanti punto di vista!
    Piera!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so perché ma i libri ambientati in India non mi hanno mai fatta impazzire. Ne ho letti diversi, mi sono piaciuti ma non da entrare nella lista dei miei imperdibili... Forse non ho ancora trovato il libro giusto! :)

      Elimina
  3. Purtroppo da quando é deceduto l'immenso José Saramago mi sento un orfano in cerca disperata di un nuovo padre letterario... Cerco in Italia, ma la "navigazione" mi è molto difficile per le continue illusioni per un buon libro seguite regolarmente da una cocente delusione! Non cerco le vette tipo "cecità", "le intermittenze della morte" o "memoriale del convento", ma per lo meno un autore che sappia trattare con sufficiente eleganza, stile e capacità di analisi sociologica le infinite questioni meritevoli di approfondimento che un Italia in preoccupante decadenza potrebbe offrire. Aiutatemi segnalandomi qualcosa di buono se vi viene in mente. Grazie.

    RispondiElimina
  4. Ciao! Interessanti libri. Adoro curiosare in giro e prender spunto per nuove letture, grazie dei consigli. Non appena leggerò qualche cosa ti farò sapere, così potremo scambiarci qualche opinione.

    RispondiElimina
  5. Ieri ero in librerial presa dalla smaniosa voglia di comprare un libro. COme al solito, delle mie liste e listarelle di libri assolutamente da leggere nemmeno l'ombra (dove le caccio, mi chiedo?). Ma poi mi sovvieni tu e i tuoi imperdibili. Una scorsa veloce (vedi che la tecnologia serve...), un momento di meditazione e via! Me ne sono uscita con "Le correzioni", poi ti saprò dire ;)
    Intanto, ti ringrazio :D

    Norma

    RispondiElimina
  6. Come scritto da Norma, una lista da portare sempre con s'è, soprattutto quando si è circondati da libri e libri e non si sa quale scegliere!!
    A me piace molto Jonathan Coe, La Pioggia Prima che Cada è un libro bellissimo!!
    Trarrò spunto per nuove letture ^__^

    Francesca

    RispondiElimina
  7. Aggiungo questa pagina ai preferiti! Grazie!

    RispondiElimina
  8. Grazie Elisa per queste tue bellissime pagine. Le ho scoperte per il tuo commento su Amazon e mi ci sono – per così dire – affezionato.
    Trovo che "L'ombra del vento" di Carlos Ruiz Zafón sia particolarmente adatto al contesto. Hai fatto bene a inserirlo fra gli imperdibili. È un'opera straordinaria, di una grandissima sensibilità. Lo raccomando a tutti gli amanti dei libri. Secondo me è di gran lunga l'opera migliore di Zafón e la traduzione italiana è ottima. La mia è solo un'opinione personale e forse mi sono affezionato troppo al Cementerio de los Libros Olvidados.
    Con questo non voglio togliere niente agli altri imperdibili, ma percorrendo i commenti sulle altre pagine e ritrovando L'ombra del vento fra gli imperdibili ho inevitabilmente pensato alla Calle del Arco a Barcellona. Forse anche Amazon aiuterà a proteggere i libri dimenticati.

    RispondiElimina
  9. bella lista alcuni sono anche i miei preferiti quindi ne terò conto per ispirazioni future
    grazie

    RispondiElimina
  10. Ok, questo blog è nella barra dei preferiti.
    Congratulazioni. :)

    RispondiElimina