giovedì 6 marzo 2014

IL BAR DELLE GRANDI SPERANZE - J.R. Moehringer

Sì, lo so. J.R. Moehringer è il ghost writer di Agassi, nonché colui che ha reso possibile il successo di Open. Ed è proprio perché lo so, che ho deciso di leggere qualcosa di questo scrittore. Di suo veramente, con tanto di nome in copertina e aperti riconoscimenti. Anche perché, diciamolo proprio onestamente, il tennis non è esattamente il mio sport preferito. E per quanto possa essere scritta bene, Open racconta comunque la storia di un tennista. 
Per cui, prima di decidere se leggere o meno quello che è stato definito da tutti un caso editoriale, volevo conoscere Moehringer, scoprire il suo modo di scrivere e di narrare e capire se davvero sarebbe stato in grado di farmi leggere qualcosa di cui mi importa poco.

Il libro che ho scelto per conoscerlo è Il bar delle grandi speranze. Ed è semplicemente meraviglioso. E' meraviglioso il modo in cui Moehringer racconta e scrive, ed è altrettanto meraviglioso ciò a cui sono dedicate le sue parole. 
Si tratta di un'autobiografia, che parte dal JR bambino, che vive con la madre nella vecchia casa dei nonni e che conosce suo padre solo tramite la radio, perché la moglie lo ha lasciato dopo ripetute violenze. Prosegue con gli anni della crescita, dei primi amori e delle amicizie destinate a durare, passando per gli anni di Yale e quelli dei primi tentativi come giornalista, fino al crollo delle Torri Gemelle. Unico punto fermo della vita di J.R. è il bar della sua cittadina: il Dickens. Attorno a questo locale ruota un po' la vita di tutti: di chi lo frequenta assiduamente, ma anche di chi lo vive dall'esterno, un po' incuriosito e un po' impaurito.

Mano a mano che si prosegue con la lettura, ti sembra di conoscerli un po' tutti, gli avventori del bar: ognuno con il suo passato più o meno triste, con le sue gioie e le sue tragedie. Un punto di incontro, che J.R. sfrutta molto quando non sa più bene cosa fare della sua vita.

Non mi aspettavo onestamente un libro tanto coinvolgente, tanto divertente ma anche ricco di spunti di riflessione e di momenti commoventi.  Moehringer dimostra un'incredibile capacità di raccontare, di prendere la vita di tutti i giorni, la sua ma anche quella di chiunque lo circondi, e trasformarla in parole, in pensieri, in ricordi ed emozioni.
Chiuso Il bar delle grandi speranze, riesco a comprendere meglio tutto il successo che Open sta avendo. Moheringer riuscirebbe probabilmente a rendere degna di romanzo la vita di chiunque, e non è certo da tutti.
Non so se lo leggerò, onestamente. Ma questo invece, ve lo consiglio eccome.

Titolo:  Il bar delle grandi speranze
Autore: J.R. Moehringer
Traduttore: A. Carena
Pagine: 486
Anno di pubblicazione: 2007
Editore: Piemme
ISBN: 978-8866216155
Prezzo di copertina: 10,90 €
Acquista su amazon
formato brossura: Il bar delle grandi speranze

6 commenti:

  1. L'ho finito giusto ieri mattina e stavo iniziando a scriverne anche io!
    Sono d'accordo, è veramente un libro ben scritto, coinvolgente e "pieno".
    Nemmeno io ho ancora letto "Open", non me ne intendo per nulla di tennis, ma ora vorrei leggere qualsiasi cosa di questo mitico JR.


    Valentina
    www.peekabook.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io voglio leggere altro! Però Open non lo so, non mi ispira molto :/ Più che altro mi spiace che non ci sia il nome di Moehringer in copertina!

      Elimina
  2. Cavoli, ho visto questo libro milioni di volte, e milioni di volte sono stata sul punto di comprarlo...ora lo vogliooooooooooo!!!! Per forzaaaaaa!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Compralo, compralo, che merita! :)

      Elimina
  3. dello stesso autore leggi anche PIENO GIORNO...

    RispondiElimina