domenica 12 maggio 2013

SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO 2013

Finalmente ci siamo! Tra pochi giorni, giovedì 16, inizia la XXVI edizione del Salone del libro di Torino.

E quest'anno sono ancor più presa bene degli altri anni. Sarà che ho una fichissima maglietta con il nome del blog (così potete riconoscermi e salutarmi, se vi va!). Sarà che per il primo anno nella mia vita ho anche l'accredito stampa che mi permette di entrare tutti i giorni che voglio senza spendere nulla. Sarà che nell'ultimo anno ho mosso qualche passetto un po' più lungo nel mondo dell'editoria e quindi lo sento un po' più mio. Sarà anche che riuscirò finalmente a incontrare qualche altra fantastica blogger. Insomma, sono decisamente in fibrillazione.
Anche perché io amo moltissimo l'ambiente che si respira dentro a quei capannoni. Tu sei lì che passeggi e magari ti scontri con uno scrittore o una scrittrice che sta facendo lo stesso o sta andando a una conferenza. Sei circondato da libri, una montagna di libri che ti chiamano. E ci sono un sacco di persone interessate, che leggono, spulciano, comprano, parlano, consigliano, sconsigliano... e che ti fanno capire che forse per la letteratura e l'editoria in Italia qualche speranza c'è ancora. Insomma, è un ambiente bellissimo. E io aspetto questo momento di anno in anno, con tanta ansia. Un po' come il Natale, quando si è bambini.

E pensare che non ho nemmeno ancora deciso per bene che giorni andare. Ho spulciato un po' il programma, segnato le conferenze che mi interessano di più... e quindi teoricamente dovrei piantare una tenda lì fuori. Comunque, di sicuro mi troverete nella giornata di sabato 18. Perché VOGLIO andare a sentire David Grossman (ore 12.30, Auditorium), Fulvio Ervas (ore 14, sala gialla) e Margherita Oggero (ore 17 - sala azzurra). 
Poi credo che sarò lì anche domenica, perché c'è un incontro sui book blog e la loro influenza (ore 12.30, Book to the future) a cui mi piacerebbe partecipare (sì, lo so, si parla dei book blog più grandi, ma magari un giorno...).
Potete trovare l'intero programma sul sito del salone... prendetevi solo un paio d'ore per leggerlo tutto!

Insomma, saranno due giorni belli intensi. Anche perché oltre agli incontri programmati spero di incontrare anche altri autori qua e là (Paolo Cognetti sarebbe il mio obiettivo quest'anno).
Ho già stilato la lista dei libri che mi porterò da casa da fare autografare, così come quella di quelli che vorrei comprare là (anche se quasi nessuno fa sconto fiera, il vantaggio del Salone è quello di riuscire a trovare tutte insieme tante case editrici, anche quelle più piccole).

Quindi scarpe comode, bottiglietta d'acqua, borsa capientissima, accompagnatore un po' preoccupato ma comunque psicologicamente pronto e si va!
Ovviamente i giorni successivi troverete qui un bel riassunto di tutto quello che ho visto e ho fatto. E mi raccomando, per chi ci sarà, se vedete una pazza con indosso una maglietta con scritto "La Lettrice Rampante" fermatevi e salutatela, non potrà che farle un immenso piacere!

19 commenti:

  1. Sappi che ti saluterò con immenso e inquietante entusiasmo, preparati u_u

    RispondiElimina
  2. Passerò anche io a salutarti ^^

    RispondiElimina
  3. Io vado venerdì!
    Mi sto puntando l'incontro con Manfredi, quello con Javier Cercas e se riesco Cubeddu ma non so se ce la faccio.
    Non ho idea di come andrà la giornata ma di certo sarà fichissimo (come sempre).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero! E' sempre fichissimo! :)

      Elimina
  4. Ti cercherò in questa fiera magica e sicuramente sarà un grande emozione.
    Ilaisa22

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La fiera o incontrare me? :D (scherzo ovviamente!)

      Elimina
  5. Io alla fine andrò venerdì & sabato, più sabato però. Non sono riuscito ancora a vedere gli incontri, ma penso che a) dovrò contrattare con chi mi accompagna e b) non essendoci Jodorowski, non posso chiedergli come diavolo gli è balzato in testa di finire così Megalex! No, seriamente, mi sono segnato solo una presentazione e un paio di incontri obbligati. Per il resto, quello di domenica, che mi interessava moltissimo, non riuscirò a vederlo, quindi la vita ormai non ha sens... no, ok. Però prendete appunti, eh, che certe menate sul "peso dei blogger" interessano pure a me!

    PS
    La maglietta funziona, posso testimoniarlo. Magari non ci vedremo, ma è la cosa più sensata che potessi fare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho qualche problema con il mio accompagnatore... a cui ho dovuto promettere un megaregalo per il suo "sacrificio" :P Ma penso che tre incontri siano un numero ragionevole senza che impazzisca (spero :P)

      La maglietta mi è sembrato il sistema più rapido, perché riconoscere tutti sarebbe impossibile se no!

      Elimina
    2. Terrò gli occhi aperti. Eh, sì che perlomeno nel mio caso vale la regola "ci vediamo all'uscita" se proprio i desiderata sono incompatibili!

      Elimina
  6. Ci vediamo da Grossman, spero! Ciao Lettrice rampante :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da Grossman, se la maglietta non fosse sufficiente, mi riconoscerai per gli occhi sbarluccicanti dall'emozione! :)

      Elimina
    2. Porterò "Che tu sia per me il coltello". Ho scritto anch'io un post su Torino e...ho parlato anche di te! :D

      Elimina
    3. Ho letto! Stavo cercando informazioni riguardo al modo di identificarsi come scrittore prima di rispondere... ma per ora non ho ben capito come si faccia :/

      Anche io credo che porterò quello! Anche perché ho solo quello, gli altri mi sono stati tutti prestati!

      Ci vedremo di sicuro :)

      Elimina
  7. Spero proprio di beccarti, mi farebbe piacere poterti vedere :D Sarò a Torino il Venerdì e il Sabato!
    La maglietta è davvero bella, mi piace molto, ed è anche facilmente riconoscibile - perfetta per il Salone, insomma.
    Sono anche io già in fibrillazione, non vedo l'ora. Adoro, adoro il Salone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io spero di incontrarti! Il tuo è uno dei primo blog che ho iniziato a seguire... mi piacerebbe dare un viso alle parole :)

      Elimina
  8. Noi di Spartaco li facciamo gli sconti, e non solo noi eh, sono i grandi editori che non fanno sconti ... neanche del 5% :) Non ho mai capito la convenienza di chi viene al salone per acquistare un titolo mondadori a prezzo pieno, quando dal tuo libraio di fiducia lo trovi già scontato, seppur di poco.

    RispondiElimina
  9. Anche perché non ha senso cercare al Salone i best seller, IMHO. Gli stand dei grandi editori li evito - anche per ragioni di affollamento!

    RispondiElimina